top of page

Comunità che Sostiene l'Agricoltura

Siamo alle porte dell'estate, un periodo dove l'orto ci regala ogni giorno grande abbondanza.

Ti piacerebbe provare le nostre verdure e partecipare ai lavori ma non sai se prenderti l'impegno per un anno?

Fai un mese di prova a 120CHF!

Ti basta partecipare per un minimo di 4 ore e in un mese riceverai 4 cassette settimanali con le verdure della stagione.

Questo abbonamento di prova è ottimo anche come regalo per qualcuno a cui volete bene!

274698210_112698444681927_2841803703214872261_n.jpg
Sfondo Verdure.jpg
Cassetta Settimanale giugno.jpg

Agricoltura
partecipativa

CSA - Comunità che Sostiene l’Agricoltura - è un partenariato tra agricoltore e consumatore in cui responsabilità, lavoro e raccolto sono condivise.
Ogni socio contribuisce alla produzione agricola partecipando ai lavori e versando una parte dei costi agricoli annui.
In questo modello partecipativo è di fondamentale importanza il rapporto di fiducia che si instaura tra socio e contadino coltivatore.

IMG-3764 (1).jpg

Ogni membro CSA riceve:

  • ortaggi biologici di stagione e libertà di autogestione della sovrapproduzione

  • prodotti più saporiti e nutrienti

  • libertà di scelta delle colture

  • accesso libero all’orto e la

    libertà di organizzare eventi

    sociali tra i sostenitori

  • agevolazioni sui corsi

    nell’ambito agricolo proposti dal contadino

I membri CSA approfittano anche di vantaggi non quantificabili:

  • sviluppo delle competenze grazie alle istruzioni di orticoltura offerte liberamente dall’agricoltore Daniel Graf.

  •  l’orgoglio della responsabilità diretta per l’orto.

  • la gioia di creare qualcosa assieme condividendo le stesse passioni.

  • la soddisfazione nel trovare un’alternativa resiliente all’agricoltura industrializzata.

  • la riconnessione tra comunità urbane e rurali.

05_2022_3.jpg

Sostegno
all'agricoltura

Adotta il contadino!

Con il modello economico dell'agricoltura collettiva e sostenibile, gli agricoltori ottengono un reddito equo e stabile, i consumatori ricevono prodotti freschi e sani a prezzi accessibili.

Il totale dei costi di manodopera e materiali sono suddivisi e coperti dalle quote di partecipazione dei sostenitori in modo equo, per unità famigliare che può variare di grandezza.

 

Con un contributo unico annuale di Chf 1’325.- e 4 giorni di lavoro all'anno (32 ore) accanto al contadino-produttore, la sostenibilità economica viene raggiunta con almeno 25 soci CSA.

Le categorie di soci (unità che possono anche essere divise a metà tra due famiglie) vengono offerte a seconda della disponibilità, cercando di mantenere all’interno del gruppo CSA una media di 4 giorni di lavoro.

Testi e design: Luciana Cuciovan e Daniel Graf. Fotografie di Marco Soldati, Luciana Cuciovan e Daniel Graf

03_2022_Aperitivo3_edit.jpg

              Quote associative 2024                                                                5 giornate -> 1'200 chf all'anno                                                  
       
  4 giornate -> 1'
325 chf all'anno     
         
                                   
  3 giornate -> 1'450 chf all'anno                          

Abbonamento di 1 mese
4 ore di partecipazione ai lavori -> 120chf = 4 cassette settimanali

L'abbonamento di un mese è pensato soprattutto per i mesi estivi, per provare!

Oppure come buono da regalare ad amici, parenti o conoscenti.

pngegg_edited_edited.png

L’Associazione CSA Germoglio copre:

  • la mano d’opera del contadino produttore;

  • l’affitto dei macchinari e del terreno;

  • il costo delle piantine e sementi;

  • il consumo d’acqua ed elettricità

 

Il modello economico CSA offre vantaggi durevoli:

  • riduzione dell'impatto ambientale dell'agricoltura;

  • la CSA sostiene pratiche agricole rigenerative che ripristinano                                                              e rispettano l'ambiente naturale, migliorano la fertilità del suolo                                                            e riducono l'erosione, proteggono i corsi d'acqua, riducono il                                                    consumo di carburante e l'inquinamento nel trasporto alimentare.

  • riduzione degli sprechi;

  • la CSA accetta i prodotti con imperfezioni e preferisce gli imballaggi riutilizzabili.

  • riduzione del consumo di energia;

  • la CSA elimina la necessità di stoccaggio a lungo termine e il trasporto a lunga distanza.

  • indipendenza dalle fluttuazioni dei prezzi di mercato.

  • rivalutazione della professione del contadino tramite diretto sostegno di salari equi e buone condizioni di lavoro.

Daniel Graf, il nostro contadino "adottato"

Il nostro progetto agricolo si basa sui tre principi etici e progettuali della permacultura:

Icona1.jpg
Icona2.jpg
Icona3a.jpg

Permacultura
Agricoltura rigenerativa con trattore elettrico

04_2022_05.jpg

Cura per la terra

Cura per le persone

Equa condivisione

Ci prendiamo cura della terra riconoscendo e rispettando l’equilibrio naturale dei microorganismi. Applichiamo le consociazioni rafforzanti delle piante, mettiamo a disposizione il fabbisogno naturale di sostanze nutritive e creiamo un habitat per insetti, rettili, rane, rospi, ricci e uccelli che tramite il loro instancabile contributo curativo mantengono l’equilibrio biologico dei parassiti. Così diamo l’opportunità al mondo vegetale di crescere vigorosamente ed in salute. Effettuiamo una lavorazione del terreno solo se necessaria, delicata e superficiale. È importante per noi utilizzare con parsimonia le risorse, per questo applichiamo la pacciamatura di fieno per tutte le colture.

Il progetto agricolo ha anche uno scopo terapeutico-riabilitativo. Il benessere della comunità viene rafforzato accogliendo nell’orto dei volontari di età, abilità e competenze complementari. Il lavoro collettivo ha effetti benefici sulla coesione sociale e accresce la fiducia nel prossimo, si manifesta una migliore connessione emotiva e riduce la solitudine percepita. Le persone si sentono più coinvolte all’interno della propria comunità, sviluppando empatia e solidarietà.

La sostenibilità economica a lungo termine di questo piccolo progetto agricolo ruota attorno al principio dell’equa condivisione. Il modello agricolo partecipativo, CSA (Comunità che Sostiene l’Agricoltura), è un partenariato di impegno reciproco tra il contadino coltivatore e una comunità di sostenitori. Non sono più i prodotti ad avere un prezzo, vengono bensì coperti i costi di mano d’opera e dei materiali necessari per la coltivazione. In cambio vengono condivisi i prodotti freschi di stagione. L’Associazione CSA Germoglio si impegna a sostenere l'agricoltore durante tutta la stagione di coltivazione: effettua pagamenti anticipati e partecipa ai lavori. Gli aspetti caratteristici della CSA sono la condivisione dei rischi economici in caso di danneggiamenti delle colture, e al contempo la condivisione dei benefici di un raccolto abbondante con prodotti di alta qualità.

Testi e design: Luciana Cuciovan, Daniel Graf

Fotografie: Marco Soldati

bottom of page